Una delle problematiche più pronunciate, a livello dermatologico, nei neonati e nei bambini è quella relativa alla dermatite atopica.

Questa condizione tende a svilupparsi quando nel corredo genetico del piccolo c’è la predisposizione ad accusare la manifestazione di problematiche allergiche che possono svilupparsi a livello cutaneo.

Proprio la comparsa di segni sulla pelle è una delle manifestazioni più tipiche di dermatite atopica nei bambini, e va a svilupparsi principalmente sul viso e nelle zone caratterizzate da presenza di cosiddette “pieghe flessorie” nel resto del corpo, anche se quest’ultima condizione tende a comparire più avanti nel tempo.

La particolarità della dermatite atopica nei bambini è che questa tende a sviluppare i caratteri della cronicità e tutta una serie di problematiche ulteriori possono andare a caratterizzare il decorso della patologia.

Tra queste vanno segnalate la natura piuttosto intensa del prurito che si sviluppa nella zona nella quale vanno a presentarsi i segni dello sfogo cutaneo, che viene accompagnato, specialmente nei casi di bambini piuttosto piccoli, dalle problematiche afferenti il senso di irrequietezza ed il disturbo generale del sonno.

La dermatite atopica nei bambini è un tipo di patologia che ancora non è perfettamente conosciuta, per quanto riguarda le cause scatenanti, ma è un tipo di problematica che gli esperti tendono ad affrontare con un approccio multidisciplinare.

Più in generale, la dermatite atopica nei bambini, va a coinvolgere e richiedere l’intervento di esperti in psicologia, così come in gastroenterologia ed allergologia. Un tipo di approccio che sta rivelando la sua utilità nell’affrontare questo tipo di problematica piuttosto difficile da indagare e riconoscere.

Guarire la dermatite atopica nei bambini con la terapia topica

Utilizzare la terapia topica contro la dermatite atopica nei bambini ha rivelato la sua efficacia soprattutto in un contesto di “incertezza” relativamente a questo tipo di patologia.

Molto spesso i dermatologi mostrano più di qualche difficoltà, in sede di trattamento, nell’interagire con i bambini, soprattutto per quanto riguarda l’utilizzo di schemi precisi che, in molti casi, possono essere disattesi e poco supportati in ambito familiare per via di una suscettibilità del bambino a questo tipo di interventi.

Questo quadro va a complicarsi se la dermatite atopica si sviluppa in bambini di età piuttosto giovane.

In questo senso è utile specificare che, di per sé, non c’è assolutamente nulla di pericoloso in questo tipo di intervento per il bambino.

Tuttavia, la terapia topica può essere di difficoltosa applicazione per via della poca attrattiva che questa ha sul bambino. La possibilità che reagisca in maniera avversa all’applicazione di creme e preparati nella zona dove si è sviluppata la dermatite atopica può rappresentare una difficoltà piuttosto evidente, soprattutto se a dover intervenire in questo senso sono genitori poco preparati o poco pazienti.

In senso stretto si può riconoscere una discreta efficacia di questo sistema per poter curare la dermatite atopica nei bambini, ma un piano preciso per lo svolgimento della terapia topica, e per una sua efficace applicazione, deve essere valutato sotto un preciso consulto medico che può risultare anche utile a fornire gli input necessari allo sviluppo della terapia stessa.

luca airò
Latest posts by luca airò (see all)