Dal sito dell’Inail

“Il D.lgs. 81/08 stabilisce che gli addetti al videoterminale devono essere sottoposti a sorveglianza sanitaria per quanto riguarda i possibili rischi per la vista e gli occhi, e per la postura e il sistema muscoloscheletrico, in particolare la colonna vertebrale.

Dagli studi epidemiologici risulta infatti che gli addetti ai videoterminali riferiscono sintomi comuni (tra cui mal di testa e disturbi visivi) in misura superiore a lavoratori che non utilizzano VDT, e che possono sviluppare disturbi della vista e del sistema muscoloscheletrico.

Rischi elevati riguardano gli occhi, che sono sottoposti a un intenso stress per la necessità di fissare continuamente lo sguardo su uno schermo luminoso. Uno studio del NIOSH ha trovato che circa l85% di quanti utilizzano videoterminali possono presentare sintomi di disturbi agli occhi.

Inoltre, la postura al videoterminale può̀ comportare problemi alla colonna vertebrale (cervicale o lombare) o disturbi muscolo tendinei soprattutto a carico delle braccia: circa il 20% tra chi utilizza il computer sviluppa disturbi a carico del sistema muscoloscheletrico. I sintomi più̀ comuni sono il mal di schiena e i dolori lombari, ma sono frequenti anche borsiti, tenosinoviti, sindrome del tunnel carpale o disturbi tendinei”.

Mantenere per tanto tempo la posizione seduta non è salutare per il corpo.

Inoltre, non è nemmeno facile mantenere una posizione seduta corretta nonostante ognuno sia comodo a modo suo.

L’immobilità mantenuta per un arco di tempo continuativo durante una giornata lavorativa può, a lungo andare, essere fonte di dolori cronici.

Tutti quanti, se fate questo lavoro, siete stati soggetti almeno una volta a dolori nella parte alta o bassa della schiena.

Oppure siete stati soggetti ad episodi di dolori al collo, testa, braccia e polso.

Spesso, sono situazioni reversibili nel senso che cambiando posizione, svolgendo attività fisica o applicando calore nella zona colpita da dolore, la sintomatologia diminuisce fino a sparire.

Ci sono episodi però dove il dolore, anche con un’intensità non troppo invalidante, rimane per qualche giorno nonostante le contromisure sopra elencate e tende a stabilizzarsi anche per settimane e mesi.

Questo porta spesso ad un aumento del territorio di irradiazione dei sintomi fino ad essere presente anche quando non stiamo svolgendo l’attività che ci ha causato il dolore.

In questo caso è importante capire la causa del dolore, prenderne coscienza ed eventualmente eliminarla, o comunque apprendere strategie per poter evitare che si ripresenti di nuovo.

La Fisioterapia in questo caso può aiutarti a capire la causa, diminuire la sintomatologia dolorifica ed eventualmente direzionarti da una figura medica competente nel caso fosse utile un esame strumentale.

Dolori più fredquenti

  • Mal di Collo
  • Mal di Schiena
  • Mal di Testa
  • Dolori ad Arti Superiori come Polso e Braccio

Se pensi di avere uno di questi sintomi dovuti al tuo lavoro sedentatario ti consigliamo una valutazione senza impegno con la nostra equipe di Fisioterapisti -> Clicca qui

luca airò
Latest posts by luca airò (see all)